Articoli con tag michael jackson

I politici italiani si raccontano nel web 2.0

di Domenico Malara per Il Clandestino

Webbizzati e contenti. Viviamo ormai nella Repubblica 2.0, un universo sospeso a metà tra il reale e il virtuale. Una zona franca dove l‘arte dell’impossibile diventa opportunità. Opportunità per riciclarsi politicamente, promuoversi o giocarsi una fittizia chance di carriera nel mondo dello spettacolo. Basta sbirciare dal buco della serratura di internet per accorgersi di essere di fronte ad un’Italia pizza, spaghetti, mandolino e facebook.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , ,

1 Commento

L’abbronzato di Arcore

berluscobama

L’Obama-mania dilaga. Per dimostrare che la sua era una semplice e innocua battuta, anche Silvio ha deciso di abbronzarsi tale e quale a Barack. Anzi ha fatto di più. Ha anche rinunciato alla sua folta capigliatura per un cotonato stile Arnold. Praticamente due gemelli separati alla nascita. Così anche lui potrà dire di essere oltre che giovane e bello (qualità che già possedeva ampiamente!) anche abbronzato.

Si dice che al ritorno da Mosca Silvio si sia recato dai suoi fedelissimi per consultarsi sul nuovo look e loro, dopo averci pensato sù, gli hanno risposto in coro: yes we can. Se po’ fa’. E questo è il risultato.

Pare che siano pronti a seguirlo a ruota anche Sandro Bondi, Fabrizio Cicchitto ed Emilio Fede.

Per fortuna gli americani sono un popolo abbastanza intelligente per comprendere il senso di quella battuta, tanto è vero che i giornali statunitensi non hanno montato la notizia così come è avvenuto in Italia, dove la sinistra ha addirittura etichettato Berlusconi come un razzista.

Se parliamo di razzismo chissà perché mi viene subito in mente uno come Michael Jackson che ha rinnegato i suoi tratti somatici fino ad annullarli schiarendoli.

Per comprendere a che velocità viaggia l’antiberlusconismo in Italia, basti pensare che ha fatto più notizia la battuta di Berlusconi anzichè le minacce di Al Qaida a Obama. Evidentemente in tanto non hanno ancora capito che l’antiberlusconismo si rivolta contro chi lo professa, rafforzando l’abbronzato di Arcore. Essere rieletti per la terza volta con una valanga di voti qualcosa vorra pur dire in un paese democratico. (do.mal.)

Per la foto ringrazio l’amico Turi Campo

votami-su-oknotizie

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 commenti