Posso desiderare la morte di Travaglio?

La domanda è semplice: posso desiderare la morte di  Marco Travaglio? E magari posso anche scegliere come questa morte dovrebbe avvenire? Posso augurarmi che, magari, qualcuno pianti una pallottola in testa a Travaglio? Mi è consentito?

Se pensassi questo, che razza di persona sarei? Noi non ci augriamo la morte di nessuno. Nemmeno di Travaglio, al quale auguriamo una lunga vita e tanti tanti nuovi libretti-for-dummies. Abbiamo tirato in ballo Travaglio non per niente. Non è un caso. Proprio ieri Travaglio si è addentrato in un ragionamento piuttosto pericoloso. Sentitelo:

«Chi l’ha detto che non posso odiare un politico? Chi l’ha detto che non posso augurarmi che se ne vada al più presto? E che il Creatore se lo porti via al più presto? Perché non si può odiare un politico? Non esiste il reato di odio».

Ovviamente quel politico è Berlusconi. Travaglio, quindi, rivendica il “diritto all’odio”. Il diritto di desiderare la morte di qualcuno. Ed è lecito perchè, dice, “non è reato“. Questo è, tra l’altro, indicativo del modo di ragionare di Travaglio, sempre col codice in mano. Non è reato, allora si può fare. Come un robot, come un parassita, come un inetto, il codice penale come Bibbia. La coscienza? Questa sconosciuta. Morale? Etica? Non pervenute, non esistono. Viva l’odio, viva il diritto di odiare.

Ma non provate a considerare Travaglio come un autore del clima d’odio. Vi dirà che siete delle “merde“, come lui stesso ha definito uno Speciale Tg1 nel quale lui, Santoro e Repubblica venivano indicati (giustamente) come responsabili di questo clima d’odio. Che ci volete fare, sarà nervoso. Mica è reato essere nervosi, no?

Fonte: Daw blog

Annunci

, , , ,

  1. #1 di Gianlodi il 18 dicembre, 2009 - 10:29 am

    scusa commento qui il post di Daw (che è molto meno pacato del tuo blog)
    ma tra la frase di Travaglio
    ” E che il Creatore se lo porti via al più presto?”
    e quella di daw
    “E magari posso anche scegliere come questa morte dovrebbe avvenire? Posso augurarmi che, magari, qualcuno pianti una pallottola in testa a Travaglio?”

    c’è una bella differenza
    senza contare il discorso generale di Travaglio

    sono solo strumentalizzazioni sterili da chi pretende dagli altri un abbassamento dei toni e invece continua a “versare benzina sul fuoco”

    estrapolando singole frasi dal loro contesto

  2. #2 di maury il 19 dicembre, 2009 - 10:39 am

    Devo dire che mi precedi sempre caro Dom!Io odio Travaglio,ma certamente con vado in giro per l’Italia a prenderlo a calci ne culo,anche se, devo dire mi farebbe un gran piacere.Ma mi reputo una persona equilibrata,e, per puro pudore,non oso dirlo,perche’ secondo me odio genere odio.Evidentemente il Marconiglio nel suo delirio di onnipotenza,evidentemente se lo puo’ permettere.
    p.s. hai sentito l’intervento di di pietro a annozero?……
    Maury

  3. #3 di Bruno il 19 dicembre, 2009 - 11:39 am

    A me non piace Berlusconi e mi auguro che sparisca dal panorama politico il più presto possibile (se ciò equivale ad odiarlo allora sintetizziamo dicendo che lo odio) proprio perchè non è compatibile con la mia morale; questo però non significa molto. Significa che avere una morale non equivale a non odiare. La morale di qualcun altro potrebbe essere proprio “è cosa buona e giusta inneggiare alla morte dei propri avversari” perchè la morale non esiste in natura. Il ragionamento “odiare è anti-etico” non esiste perchè non esiste l’etica.

    “Il clima di odio” anche ammettendo che esista, non è un signore che prende il domo, lo mette in mano a Tartaglia e poi glielo fa lanciare. A fare questo è stata la coscienza di Tartaglia, che ne è il solo responsabile. Negare questo è una storpiatura della realtà.

    Prima di vedere (l’ho visto solo in parte perchè non mi interessa) l’intervento di Travaglio riguardo l’attentato a Berlusconi, pensavo già che si trattasse di ciò che la realtà ci restituisce: un uomo che lancia un corpo contundente in faccia a Berlusconi; molti pretendono, per tornaconto personale, di vedere in quel gesto qualcos’altro. Di Pietro dicendo che Berlusconi se l’è cercata, Cicchitto dicendo che il gesto è stato fomentato.

  4. #4 di BOH il 4 febbraio, 2010 - 6:27 pm

    Ma guarda che silvio è proprio un odioso mafioso, quindi a meno che non se le sia date da solo le “duomate” chiunque sia stato ha fatto bene. Punto.

  5. #5 di ethan lesath il 5 febbraio, 2010 - 10:34 am

    caro amico,

    non desidero mai la morte di nessuno, fondamentalmente credo più in una giustiaiza divina ed in una autoeliminazione dettata dall’angoscia e dal rimorso.

    non mi piace travaglio perché nelle sue parole c’è solo invidia ed odio e chi ha questa sintomatologia è perché ama ed in modo folle.

    io per carattere non invidio nessuno, né chi è bello e più fortunato di me perché nellla mia semplicità si racchiude un estro diverso dagli altri. sono felice d’essere come sono… il resto diventa solo una tremenda noia.. saluti

    ethan lesath

  6. #6 di Nicola Di Turi il 25 febbraio, 2010 - 11:55 am

    Senza addentrarmi molto nel tuo ragionamento penso basti far notare come le categorie dell’odio e quella dell’amore non siano proprie della politica, ma delle dittature in stile orwelliano (Ministero dell’Amore, centro delle torture e Ministero della Pace, centro direttivo di guerre ecc.).
    Se il Partito dell’Amore (e del bene, da ultimo) le richiama a sè, poi non può lamentarsi se parte lo ama e parte lo odia.
    Detto ciò, è evidente che Travaglio dice provocatoriamente che si può odiare un politico (com’è logico d’altra parte, se lo si può anche amare) e non ha mai detto che dopo averlo odiato lo si può anche far fuori (ha anzi detto e scritto il contrario).
    Insomma, rivendicare il “diritto all’odio” (ancor più se in risposta alla rivendicazione del “diritto all’amore”) verso un politico, non significa rivendicare il “diritto ad uccidere”.
    E per capire ciò, non c’è neanche bisogno di avere il codice penale tra le mani.

  7. #7 di GPJ il 25 marzo, 2010 - 12:38 pm

    Io il video in cui Travaglio parlava di quell’argomento l’ho visto e posso dirti che estrapolando solo quella frase hai stravolto il suo discorso.

    Consiglio di andarvi a vedere il suddetto filmato e riflettere prima di scrivere delle grosse sciocchezze. Specialmente a riguardo della morale e dell’etica della quale Travaglio non terrebbe conto.
    Se aveste visto qualche suo intervento sapreste benissimo che lui spesso dice che le sentenze sono una cosa, le prove, le relazioni tra le persone, i comportamenti, sono un’altra cosa. Che la morale, l’etica è importante. Che anche se uno non è condannabile per un reato deve comunque rispondere alla comunità delle sue azioni. Per fare un esempio, riguardo i politici, ha ribadito più volte che se uno non è condannabile per mafia perchè non ci sono abbastanza prove, ma comunque nelle indagini si riscontrano suoi numerosi contatti, relazioni e rapporti con l’ambiente mafioso, questo costituisce un problema dal punto di vista della sua reputazione e ammissibilità nel mondo della politica.

    Per il resto, pensatela come volete, ma così come voi ritenete responsabile uno come Travaglio o Santoro di creare il clima d’odio, io ritengo che il clima d’odio lo crei invece una classe politica (di destra e di sinistra) che prende per il culo la popolazione con balle, intrallazzi, inciuci e atti di illegalità.
    Non ritengo responsabile chi mi informa di questi comportamenti disonesti, ma i disonesti che li compiono.

    Ricordate che le indagini le fanno le forze dell’ordine, non i magistrati.
    Sono le forze dell’ordine che raccolgono le prove. E di prove a carico dei politici ce ne sono tante (basta guardare i giornali delle ultime settimane).
    O adesso mi dite che abbiamo anche i poliziotti comunisti? ;)

  8. #8 di Angelo Pendola il 6 maggio, 2010 - 6:10 pm

    Generalmente, cristianamente, non sarebbe corretto augurare la morte a nessuno. Ciò non si discute! O forse sì? Proviamo ad analizzare qualche esempio:
    mettiamo caso che un individuo stia portando alla rovina una famiglia, una comunità; stia trascinando alla guerra una o più nazioni con effetti irreparabili, devastanti, e si chiedesse, in quei casi o in altri più o meno preoccupanti, l’intervento del Padreterno affinché la “causa” venisse meno, non ci sarebbero né colpe né peccati, poiché la decisione ultima spetterebbe a Dio! Un’altra cosa è invece seminare l’odio.
    Ma nel caso in questione, a seminare odio, con i suoi atteggiamenti, mi pare ben chiaro che sia il premier e i suoi portavoce tutti. Se il Padreterno dovesse decidere di eliminarlo vorrà dire che avrà trovato dei buoni motivi per farlo; se invece non accadrà, vorrà dire che sarà la croce che ci meritiamo! Non vi pare?

  9. #9 di Elio Luberti il 27 agosto, 2010 - 10:57 pm

    L’ARTE DI OTTENERE RAGIONE Malara, voi del partito dell’amore non perdete occasione per illuminare un mondo dominato dalle tenebre comuniste, ma meno male che Silvio c’è, a liberarci dal male, vero? Come si fa ad essere così faziosamente ciechi da stravolgere il pensiero di un giornalista libero, di un uomo perbene che se la destra italiana non fosse così meravigliosa starebbe proprio con la destra, esattamente come suo “padre” Montanelli, contro questa sinistra. Malara, si vada a rivedere il video e dica bene le cose, non faccia come la stampa di regime che “estrapola”, che prende un pezzettino di frase e insulta gli intelletti dicendo che quella è la notizia, punto, per poi sommergerla di infotainment a palla. Malara, non mistifichi, Travaglio dice “Io personalmente non auguro la morte a Berlusconi” ma se uno la pensa così ma chi sei tu per impedirglielo? Melara, perchè non dedica una riga di questo blog al curriculum giudiziario di Silvio, al complotto giudaico-massonico-templare-alieno che lo perseguita? Nooo, invece, parliamo di Travaglio, mettiamo quel disegnino stupido, spostiamo l’attenzione, cambiamo argomento, alziamo la voce, parliamo sopra, impediamo che la gente sappia… Questa è l’arte di ottenere ragione, la descriveva Schopenhauer. Per disprezzarla.

  10. #10 di Furio Detti il 29 agosto, 2010 - 3:08 am

    Amare e perdonare tutti sarà pure una virtù ma non un obbligo.
    E la libertà è anche libertà di odiare, o di gioire per la morte di qualcuno. Censurare il contrario sarebbe un processo alle intenzioni cosa che per nostra somma fortuna non è possibile in alcun ordinamento.

    Poi il giudizio etico è libero. Come lei è libero di disapprovare i sentimenti di Travaglio io mi ritengo libero di ammetterli come leciti, se non di condividerli, almeno fintanto che non si traducono in un’esplicita e manifesta incitazione all’omicidio. Lì si che giustamente c’è il reato di istigazione. Ma ammettere di odiare o esprimere gioia per la malasorte altrui grazie alla Ragione rientra nel campo delle libertà lecite.

  11. #11 di Furio Detti il 29 agosto, 2010 - 3:09 am

    Ovviamente a differenza del Sig. Pendola non attribuisco a Dio alcun ruolo, essendo squisitamente ateo.

  12. #12 di andrea il 19 novembre, 2010 - 1:11 pm

    bàh , dopo tutto per quanto e costato Berlusconi al italia augurarsi che sparisca e cosa comprensibile ( e parla uno che in materia vi assicuro ne sa più di tutti quanti ) poi certo non si dice . riguardo a travaglio non mi sembra che abbia affatto parlato di voler berlusconi morto , ma ben sii ( ,a che si poteva capire leggendo tra le righe ) gradirebbe che pagasse per tutto i torti che a fatto . e se dovesse pagare per tutte le azioni in’legali che a compiuto come pagano i cittadini italiani di ceto povero o medio mi sa , mi sa , che il secolo di carcere sarebbe ben presto superato . ma questo e solo un dato di fatto . e sopratutto io sono un osservatore e tutto questo non mi riguarda più io conosco troppo bene i segreti oscuri del paese e so che le persone che dovrebbero essere prima arrestate e poi espulse dal paese sono in numero cospicuo non c’è solo berlusconi di sicuro . distaccati saluti Andrea Zanda

  13. #13 di eleonora il 8 aprile, 2011 - 5:20 pm

    Ma ancora date retta a Travaglio… susu non merita attenzione, ormai è risaputo!! Moia, rimanga vivo, si ammali, continui a parlà, faccia icchè crede, ormai la gente è stufa marcia di questi noiosi monologhi, che possono tuttalpiù conciliare la ninna… La gente si annoia a sentirlo e a sentire anche i suoi compagni di briscola, ci sono i dati d’ascolto che lo testimoniano…. Lo so, lo so cari che solo una mente abietta può rivendicare il diritto all’odio augurandosi la morte di qualcuno (ripeto.. come lui, i suoi degni compagni di merende e pure i preti, pensa a che livello so scesi..). Lasciateli blaterà gli vien data l’importanza che meritano… cioè praticamente zero (il praticamente è sempre il solito popolino di bastiancontrari; attenzione! non chiamateli comunisti perchè si arrabbierebbero e e nemmeno sinistri perchè si definirebbero apolitici). ciao
    Ele

  14. #14 di eleonora il 8 aprile, 2011 - 5:26 pm

    andrea :
    bàh , dopo tutto per quanto e costato Berlusconi al italia augurarsi che sparisca e cosa comprensibile ( e parla uno che in materia vi assicuro ne sa più di tutti quanti ) poi certo non si dice . riguardo a travaglio non mi sembra che abbia affatto parlato di voler berlusconi morto , ma ben sii ( ,a che si poteva capire leggendo tra le righe ) gradirebbe che pagasse per tutto i torti che a fatto . e se dovesse pagare per tutte le azioni in’legali che a compiuto come pagano i cittadini italiani di ceto povero o medio mi sa , mi sa , che il secolo di carcere sarebbe ben presto superato . ma questo e solo un dato di fatto . e sopratutto io sono un osservatore e tutto questo non mi riguarda più io conosco troppo bene i segreti oscuri del paese e so che le persone che dovrebbero essere prima arrestate e poi espulse dal paese sono in numero cospicuo non c’è solo berlusconi di sicuro . distaccati saluti Andrea Zanda

    andrea :
    bàh , dopo tutto per quanto e costato Berlusconi al italia augurarsi che sparisca e cosa comprensibile ( e parla uno che in materia vi assicuro ne sa più di tutti quanti ) poi certo non si dice . riguardo a travaglio non mi sembra che abbia affatto parlato di voler berlusconi morto , ma ben sii ( ,a che si poteva capire leggendo tra le righe ) gradirebbe che pagasse per tutto i torti che a fatto . e se dovesse pagare per tutte le azioni in’legali che a compiuto come pagano i cittadini italiani di ceto povero o medio mi sa , mi sa , che il secolo di carcere sarebbe ben presto superato . ma questo e solo un dato di fatto . e sopratutto io sono un osservatore e tutto questo non mi riguarda più io conosco troppo bene i segreti oscuri del paese e so che le persone che dovrebbero essere prima arrestate e poi espulse dal paese sono in numero cospicuo non c’è solo berlusconi di sicuro . distaccati saluti Andrea Zanda

    Caro andrea sei straniero?? no perchè alcune parti del tuo discorso non sono chiare, e, dal momento che tu conosci cosi bene i segreti oscuri dell’Italia, cosa ne diresti di farci tutti partecipi di queste sconvolgenti verità e come ne sei venuto a conoscenza??? Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: