I figli so’ piezz ‘e core…

di-pietro_3

È vero che i figli so’ piezz ‘e core, ma un uomo come Antonio Di Pietro che fonda le sue fortune politiche sulla fama di rigoroso cultore delle regole e della morale non può farsi beccare in un plateale fallo di nepotismo. Il rischio è quello di assomigliare sempre più ad una brutta copia di Mastella. E forse non è un caso che sempre più notabili di Ceppaloni emigrino politicamente in quel di Montenero di Bisaccia, dall’Udeur a Idv.

Ma veniamo ai fatti. L’inchiesta di Napoli sugli appalti esalta la figura di Mario Mautone, ex provveditore alle Opere Pubbliche della Campania, finito agli arresti domiciliari durante il blitz della scorsa settimana. E svela i suoi rapporti controversi con la famiglia di Antonio Di Pietro, quando quest’ultimo era ministro delle Infrastrutture. In particolare sono state acquisite una serie di intercettazioni riguardanti il figlio dell’ex ministro, nel corso delle quali Cristiano Di Pietro chiede a Mautone alcuni interventi di “cortesia” quali affidare incarichi a persone da lui segnalate anche al di fuori degli ambiti di competenza istituzionale («Io ho un amico però è ingegnere che sta a Bologna – dice Cristiano a Mautone – volevo sapere se su Bologna c’era la possibilità di trovargli qualche cosa»). Beh, per essere un Cristiano il figlio di Di Pietro ha usato metodi poco ortosossi!

L’informativa della Dia sulle intercettazioni, da conto anche delle preoccupazioni di Antonio Di Pietro per tenere fuori dall’indagine il figlio Cristiano.

Secondo la Procura, il 29 luglio del 2007 potrebbe esserci stata «qualche fuga di notizia», a seguito della quale il provveditore Mautone viene trasferito, Cristiano Di Pietro non parlerà mai più al telefono con Mautone, il ministro Di Pietro chiede di parlare di persona con il senatore Nello Formisano (Idv), sempre Di Pietro senior chiede ai suoi collaboratori di tenere fuori il figlio poiché «ritenuto troppo esposto». E a questo punto Mario Mautone tenta il «ricatto» contro Di Pietro junior, premendo perché intervenga sul padre per non farlo trasferire.

E curioso notare come la stampa riporta la vicenda. Mentre per il Corriere della Sera, La Stampa e Il Giornale, la notizia è il convolgimento nell’inchiesta napoletana di Cristiano Di Pietro e i suoi rapporti con Mautone, La Repubblica si schiera apertamente con il leader di Idv ed evidenzia il ricatto subito dal figlio, nel tentativo di tenere “sotto scacco” l’ex ministro.

È chiaro che sarà la magistratura a fare chiarezza su tutta questa vicenda, ma se dovessero emergere responsabilità a carico dell’enfaint prodige di casa Di Pietro, «questo – per dirla con le stesse parole e la stessa enfasi del papà – sarebbe un fatto di una gravità inaudida che andrebbe denuniato».

C’è da dire che l’inquisitiore di Montenero di Bisaccia non è nuovo a questioni nepotistiche di stampo mastelliano. Nel marzo 2006, infatti, fa assumere la figlia Anna Di Pietro dall’Editrice Mediterranea, la società che pubblicava il giornale dell’Italia dei valori: nella redazione romana di via della Vite, una splendida traversa di via del Corso, raccontano però di non averla mai vista, nemmeno per ritirare le buste paga. Sulla carta è assunta a tutti gli effetti per svolgere il praticantato che dà diritto a sostenere l’esame da professionista. Solo che non ha mai lavorato.

Insomma, è sempre la solita storia: fate ciò che dico, non fate ciò che faccio. Ma è ancora più grave se a predicare bene e razzolare male è uno come Antonio “Savonarola” Di Pietro, il più grande moralista d’Italia, l’incorruttibile, quello che se un’inchiesta lo sfiorasse si dimetterebbe instantaneamente. O almeno è quello che sicuramente pretenderebbe da Berlusconi.

Ma sono certo che a chiarirci le idee ci pensarà il sempre ben informato Marcolino Travaglio. (do.mal.)

votami-su-oknotizie

Advertisements

, , , ,

  1. #1 di omnologos il 23 dicembre, 2008 - 12:39 pm

    Il solito problema con i moralizzatori della vita politica…yawn…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: