‘A da passà ‘a nuttata!

pulcinella

Un altro terremoto politico-giudiziario che si traduce nell’ennesima tranvata per il partito di Uolter Veltroni. Come se già non bastassero le guerre intestine con lo scomodo alleato Di Pietro, la sberla delle elezioni abruzzesi e i recenti arresti di Luciano D’Alfonso, sindaco di Pescara e segretario regionale del Partito Democratico, e del deputato Salvatore Margiotta, coinvolto nello scandalo Total in Basilicata, adesso la bufera si è abbattuta sulla giunta comunale napoletana, guidata da Rosa Russo Jervolino.

Associazione per delinquere finalizzata alla turbativa degli appalti, abuso d’ufficio e corruzione, sono le accuse mosse a tredici persone arrestate a Napoli, tra cui anche l’imprenditore Alfredo Romeo e due assessori comunali del Pd, nell’ambito dell’indagine sulla delibera “Global service” approvata dal Comune partenopeo per la manutenzione delle strade e del patrimonio pubblico, oltre che per la gestione di mense scolastiche. Secondo i magistrati «la prospettiva ultima è quella del saccheggio sistematico delle risorse pubbliche».

E la Jervolino cosa dichiara dopo gli arresti? «Andiamo avanti». Beh, non c’erano dubbi! Dispiace dirlo, ma bisogna dare atto a Clemente Mastella che è stato uno dei pochi a mollare la poltrona quando è stato travolto da un’inchiesta giudiziaria che lo riguardava.

E tra gli indagati risultano esserci anche i parlamentari Renzo Lusetti (Pd) e Italo Bocchino (An). Proprio quest’ultimo, da un po’ di tempo a questa parte, sembra avere un certo feeling con il partito veltroniano.

Questo giusto per precisare che il malaffare e la malapolitica sono bipartisan. Non è vero Travaglio?

In ogni regione o quasi c’è una brutta storia che coinvolge ex margheritini ed ex diesse (oltre all’Abruzzo e alla Campania, il caso più clamoroso è quello della Calabria del gioioso governatore Agazio Loiero), tanto che il povero Uolter Veltroni è costretto a rinnegare se stesso: «Questo non è il mio Pd, bisogna dare vita a un soggetto politico veramente nuovo».

Ma come, il Pd era stato annunciato in pompa magna come il nuovo che avanza, come l’unica vera novità del panorama politico italiano, doveva essere quel partito innovatore che faceva della questione morale un punto d’orgoglio.

Chissà se anche dopo le vicende napoletane, Uolter parlerà  ancora di «attacchi strumentali e delegittimanti nei confronti del Pd a cui i media stanno dando grande risonanza».

Che dire, ‘a da passà ‘a nuttata. Anche per il Pd. (do.mal.)

votami-su-oknotizie

Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di Marco il 17 dicembre, 2008 - 1:32 pm

    Sei recidivo, Malara. Travaglio ha dedicato molti articoli a i furbetti dei Ds che scalavano le banche di nascosto. Inoltre è sostenitore di De Magistris che indagava proprio su Prodi e Mastella. Non so se sei ignorante o solo in malafede.

  2. #2 di Federico Minniti il 17 dicembre, 2008 - 2:12 pm

    potrebbero pensare che ci copiamo gli interventi… http://federicominniti.wordpress.com/2008/12/17/il-pastone-di-natale-ne-fa-del-pd-un-sol-boccone/

    Ciao e buon lavoro!

  3. #3 di Domenico Malara il 17 dicembre, 2008 - 3:14 pm

    Caro Marco, grazie per i tuoi soliti complimenti. E’ vero che Travaglio ha parlato dei furbetti dei Ds, ma nel rapporto di 1 a 10 rispetto alle notizie di stampo antiberlusconiano… Come dire, ogni tanto manda la pubblicità tra il primo e il secondo tempo del suo film preferito…

  4. #4 di Marco Caruso il 17 dicembre, 2008 - 3:48 pm

    non dimenticare, Domenico, che Travaglio già parlava poco dei DS (o PD, che dir si voglia) e ancora meno ha parlato dell’IdV del suo amico Di Pietro. Mai una parola sulle interviste rilasciate da Elio Veltri sui modi di gestione (non solo politica…capisci a me…) del partito…….nè alcun rimbrotto moraleggiante sul fatto che un pm ricevesse soldi e auto di lusso da indagati nelle sue inchieste, ma tant’è……parlare di Tonino evidentemente non vende……

  5. #5 di Marco il 17 dicembre, 2008 - 4:24 pm

    Che superficialità Malara…Travaglio è un cronista giudiziario. Se Berlusconi ha decine di processi e sentenze pendenti o definitive sul groppone, mentre Veltroni o Prodi o D’Alema ne hanno pochi o nessuno è ovvio che Travaglio si occupi più di Berlusconi. Un giornalista sportivo oggi che si occupa quasi esclusivamente di Mourinho trascurando Maifredi secondo te è uno che ce l’ha con Mourinho ed è amico di Maifredi o forse quest’ultimo gli offre semplicemente più argomenti? Malara, sai cos’è la logica? E l’obiettività? Capisco che sono paroloni per te.

  6. #6 di Angela il 19 dicembre, 2008 - 9:58 am

    Travaglio,travaglio…………..col sorrisetto sfottente .l’aria da saputello,compagno di merende di Santoro, ogni tanto per far vedere che e’ un giornalista obbiettivo e imparziale spazia anche a sinistra, ma piano piano ,poco poco………un bel marzulliano della nottata che appunto deve passa’ ………..il guaio e’ che non passa mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: