Le miracolose palle del Grillo parlante

biowashballGirovagando su internet mi sono imbattuto anch’io, come sarà capitato a molti di voi, in siti e blog che decantano le proprietà miracolose della Biowashball, una sfera che promette di pulire la biancheria senza l’utilizzo di detersivi. In sostanza si tratta di una pallina contenente al suo interno frammenti di ceramica che, a seguito di una reazione chimico-fisica, emetterebbero ioni negativi tanto da indebolire l’aderenza dello sporco ai tessuti, rendendone facile la rimozione senza ricorrere ai detersivi.
La sfera, prodotta in Corea del Nord e distribuita dalla Emker Sa, ha un pH di circa 10, equivalente a quello di un normale detersivo chimico. Questo permetterebbe un efficace trattamento di macchie grasse, organiche o chimiche, oltre a eliminare i germi patogeni presenti nell’acqua della lavatrice. Non solo. La Biowashball può essere usata per ben 3 anni e per preservarne l’efficacia, basta posizionarla al sole per almeno un’ora al mese. Insomma, un prodotto biologico, che contribuisce a salvaguardare l’ambiente, ed economico, che aiuta a mantenere più pesante il portafogli. Cosa chiedere di più dalla vita? Un lucano?

La Biowashball poteva mai sfuggire al sempre attento Beppe Grillo? Assolutamente no. Tanto che il comico-imbonitore genovese ne ha fatto un cavallo di battaglia nel suo “Delirio tour” decantandone, anche lui, le proprietà miracolose.

I grillini, neanche a dirlo, hanno fatto a pugni per accaparrarsi alla modica cifra di 30 euro più 8 di spedizione (ovviamente non compresi nel prezzo del biglietto dello spettacolo!) la palla dei miracoli.

A sbuggiardare Grillo ci ha pensato la trasmissione “Mi manda Raitre”, con l’aiuto del periodico dei consumatori “Il salvagente”. È bastato un semplice metodo comparativo per dimostrare che più che una palla la Biowashball è un vero e proprio bidone. Panni identici e con lo stesso tipo di macchie sono stati messi in due lavatrici, entrambe senza l’aggiunta di detersivo, ma in uno dei due elettrodomestici c’era la “sfera magica”. Risultato: la biancheria ne è uscita allo stesso modo (via le macchie più semplici mentre è rimasto lo sporco difficile), il che dimostrerebbe che è semplicemente l’acqua e non la Biowashball a produrre quella minima azione pulente attribuita al ritrovato dell’ingegneria coreana.

Incalzato dal conduttore di “Mi manda Raitre”, il rappresentante svizzero della Biowashball si è difeso eludendo sistematicamente le domande e accusando addirittura la scienza europea di non riconoscere quella orientale per via di un presunto complesso di superiorità occidentale.  Come può una palla di plastica con granelli di ceramica emettere raggi infrarossi, non è dato saperlo, visto che il tizio della Emker Sa alla richiesta di delucidazioni è stato più sfuggente di un’anguilla.

Sembra che anche i grillini inizino a sentire puzza di bufala, tanto che Grillipedia, la piattaforma nazionale dei movimento dei grilli, mette in serio dubbio l’efficacia della “miracolosa” invenzione (leggi qui l’articolo).

E adesso cosa farà Grillo? Invocherà il complotto delle multinazionali e dei media asserviti al potere, oppure farà la persona seria e si cospargerà il capo di cenere, rimborsando di tasca propria i 30 euro più 8 di spedizione a tutti quei poveracci che ipnotizzati dal suo potere imbonitore hanno acquistato la Biowashball? Nel frattempo sul suo suo blog, sempre superaggiornatissimo, tutto tace. E qualcuno già chiede a Grillo di salvarci da Grillo! (do.mal.)

votami-su-oknotizie

Advertisements

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di malara ferdinando il 4 dicembre, 2008 - 7:12 pm

    caro Domenico, ho il tuo stesso cognome e quindi te lo dico con simpatia che il detto latino mi pare essere ” excusatio non petita, accusatio manifesta” e che, a parte questo particolare insignificante, non ritengo per nulla trascurabile il ruolo che il sig. Grillo ha avuto in questi ultimi anni per dare uno scossone ad un paese che più che addormentato sembra in coma. pronto ad accettare una classe dirigente impresentabile con la stessa rassegnazione (e indifferenza) con cui, tanto per fare un esempio, il popolo meridionale accetta da sempre la supremazia assoluta del sistema mafioso ( e non lo intendo nel solo senso strettamente delinquenziale).
    Per sapere quale sarà il nostro futuro dobbiamo solo guardare al degrado di quelle regioni.
    Se, ora, qualcuno, chiunque sia, anche sparando ogni tanto qualche cazzata, ci informa di qualcosa che appare su tutti i giornali stranieri, ma non appare mai sui nostri media; oppure ci racconta delle tante truffe di cui siamo vittime ( ultima quella della privatizzazione dell’acqua) senza “portare rispetto” ai grossi calibri che gli potrebbero tornare utili qualora fosse un po’ più “rispettoso”, allora io dico: .
    Leggo sul tuo blog il motto di Montanelli sulla servitù come tentazione dei servi più che violenza dei padroni.
    ok può essere anche così. Anch’io per mantenere il mio lavoro che dava il pane ai miei figli, più di una volta ammetto di aver peccato.
    Ma la colpa del padrone che abusa del suo potere è infinitamente più grave.
    Io cambierei il tuo motto con quest’altro: e tutta questa pletora di persone che si impegna a trovare pagliuzze nell’occhio di Grillo, mentre ignorano le travi che accecano un’intera nazione, mi fanno temere che siano in cerca di un padrone.
    Spero naturalmente che questo non sia il tuo caso perché, sia ben chiaro, nel mondo che io sogno c’è posto anche per quelli che non la pensano come me.

  2. #2 di omnologos il 7 dicembre, 2008 - 1:17 am

    non sono d’accordo con Malara (Ferdinando). Sara’ un caso ma ogni volta che Grillo parla di qualcuno che conosco bene, dice sciocchezze. Quando l'”ogni tanto” diventa “praticamente sempre”, lo “scossone” diventa una ninna nanna utile solo per andare a dormire.

    Grillo non fa bene alla democrazia italiana perche’ illude i suoi seguaci che il problema siano “gli altri”, additando capri espiatori molto facili ma che impediscono di vedere la realta’ per quello che e’: l’Italia la fanno gli Italiani, e non la classe dirigente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: