Carlà Brunì: «Orgogliosa di non essere più italiana» Noi italiani molto di più. L’orgoglio è tutto nostro

carla_bruniSulla battuta di Berlusconi, che aveva parlato di un Barack Obama «giovane, bello e abbronzato» è intervenuta nientepopodimenochè madame Carlà Brunì ovvero la bella e aristocratica consorte del presidente francese Nicolas Sarkozy.

La première dame si è letteralmente indignata, poverina, tanto da ribadire ancora una volta, visto che non manca occasione di farlo, il suo orgoglio per non essere più italiana.

In un’intervista a Le Journal du Dimanche madame Brunì ha dichiarato:

«Quando sento Berlusconi prendere questa cosa alla leggera e scherzare sul fatto che Obama è “sempre abbronzato”, mi fa strano. Lo si metterà sull’umorismo… Ma spesso, sono molto felice di essere diventata francese»

Non è la prima volta che la signora Sarkozy butta fango sull’Italia. Era già successo recentemente in merito alla vicenda di Marina Petrella, quando Carlà, intima amica della brigatista rossa, chiese al suo maritino di non concedere l’estradizione della terrorista, richiesta dal governo italiano. In quell’occassione si mosse anche la sorellina di Carlà, l’attrice Valeria Bruni Tedeschi (sconsiglio caldamente i suoi film a chi soffre di disturbi psico-depressivi), la quale si vantava del fatto di essersi occupata personalmente del caso.

«Sì, me ne sono occupata – ammette la sorellina di Carlàe ne ho parlato sia con mia sorella che con suo marito»

La migliore risposta a madame Sarkozy l’ha data il presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga:

«Anche noi italiani siamo ben lieti che Carla Bruni non sia più italiana, anzi siamo addirittura felici. Chissà che un giorno Carla Brunì non sia costretta dalla sua burrascosa vita a richiedere la cittadinanza italiana»

Ovviamente dalla sinistra italiana neppure una parola di sdegno. Ci mancherebbe altro, non ha mica parlato quel burlone di Berlusconi. E poi cosa volete che sia un’offesa a qualche milione di italiani?

Se la signora Veronica Lario in Berlusconi dichiarava: “Orgogliosa di non essere francese”, cosa sarebbe successo? Per favore qualcuno mi risponda. Anche se non è poi così difficile immaginare che si sarebbe scatenato un putiferio incredibile, con una sinistra più indignata che mai a chiedere le immediate scuse da parte di Silvio.

E visto che parla di orgoglio, a Carlà Brunì voglio ricordare in poco più di un minuto e mezzo che cos’è l’orgoglio italiano. Buona visione madame:

votami-su-oknotizie

Advertisements

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di Mistya il 10 novembre, 2008 - 1:56 am

    Per me ha ragione Carla Bruni, mi son vergognato delle parole del premier-

  2. #2 di Domenico Malara il 10 novembre, 2008 - 8:11 am

    @Mistya
    Vergognarsi per le parole di Berlusoni è una cosa (però a questo punto indigniamoci per tutti quelli che ci rapresentano all’estero e quotidianamntente sparano cazzate), dire “sono orgogliosa di non essere più italiana” è un’altra cosa, molto più grave di ciò che ha detto il premier.
    Madame Brunì deve sapere che per fortuna l’Italia e gli italiani non sono solo Berlusconi… Così come per fortuna, gli italiani che vivono all’estero non sono tutti ingrati al proprio paese come l’aristocratica signora Sarkozy.
    Personalemente non mi frega niente di ciò che ha detto Berlusconi e sono orgoglioso di essere italiano.

  3. #3 di Gianluca Brilli il 10 novembre, 2008 - 9:33 am

    E’ una vergogna sentir parlare così una donna a cui l’Italia ha dato il successo, ha dato la fama e sopratutto tanti soldi.
    E’ vergognoso perchè vi sono persone che per questo paese hanno perso la vita e, tornando al hic et nunc, visto che l’Italia è la sua storia, tradizione e cultura, che portano avanti la propria famiglia in maniera onorevole, pur se a fatica, con lavori anche molto pesanti e pericolosi, che non si vergognerebbero mai di essere italiani per una “parola”.
    Ricollegandomi a quanto detto dall’on.Cossiga, “noi italiani siamo ben lieti che Carla Bruni non sia più italiana”.
    Comunque direi che ci sta bene a noi italiani… Certe cose ce le cerchiamo… basta guardare come si arriva al successo in questo mondo “folle”, veline, calendari…
    L’apparire prevale sull’essere e sulla cultura.
    Forse dovremmo tornare alle nostre radici, ai nostri valori, troppo trascurati e bistrattati da tutti, sopratutto da noi quando tra soapopera e moda diamo spazio a certi modelli.
    Mi sbalorisce il silenzio di certe ideologie politiche, che preferiscono tacere e dopo i “bambacioni” adesso permettono ad una donna insulsa, perchè solo questo si può meritare, perchè disprezza chi non conosce il proprio popolo, di dire che “si vergogna di essere italiana” lasciando impunita una simil frase.

    Spero vivamente che il popolo italiano, quel popolo che si è fatto sempre valere in tutte le missioni di pace nel mondo, quel popolo che ha sempre accolto tutti a Cuore aperto, quel popolo che sà Soffrire ed Amare, quel popolo che, se pur schiacciato dall’attuale andamento economico del suo paese, ancora e sempre fa del bene ai suoi fratelli, quel popolo che sparso in tutto il mondo, con nostalgia guarda il suo “bel Paese”, sappia rafforzare il suo Amore per questo stato, per i suoi figli per noi giovani.

    Questa è la Vera Italia, l’Italia di chi lotta tutti i giorni per guadagnare il pane per la sua famiglia, quella che non vende il suo corpo sulla copertina di un giornale (oggi una caviglia, domani una coscia e dopo domani…), quella che non balla su i tavoli scosciata, quella che moderatamente esprime le sue idee, che non ha bisogno di bandiere per essere rappresentata, perchè la bandiera il popolo italiano già la ha ed ogni altro simbolo è riduttivo.

    Questa è l’Italia che dobbiamo avere nel Cuore l’Italia che Ama.
    L’Italia che Rispetta.
    L’Italia, la sua Storia, cultura… Non quella di chi protegge i terroristi, i ladri (quelli veri!), i bugiardi.

    Questa è l’Italia, l’Italia che sa fare del bene ed è proprio per questo che veniamo additati, offesi, insultati.

    Ma è proprio per questo che dobbiamo ancora di più sentirci orgogliosi di essere italiani.

  4. #4 di eleonora il 10 novembre, 2008 - 11:23 am

    Già che se la metti sul calcio e parli di orgoglio nazionale HAI PROPRIO CAPITO TUTTO!
    POVERA ITALIA!

  5. #5 di Domenico Malara il 10 novembre, 2008 - 11:35 am

    @ Eleonora
    Beh, parlando di orgoglio italiano avrei potuto anche insierire il video della fuciliazione di Fabrizio Quattrocchi, quando pronuncia la famosa frase: “Vi faccio vedere come muore un italiano”, ma non sono tanto cinico come lo sono certe persone che utilizzano i morti a proprio uso e consumo.
    E poi mi sembra che nell’occasione della finale mondiale vinta dall’Italia contro la Francia di madame Carlà, tutta una nazione si è riversata per le strade a urlare e sbadierare l’orgoglio di essere italiani. Probabilmente anche tu.

  6. #6 di Gianluca il 10 novembre, 2008 - 12:19 pm

    Fino a quando ha sposato il presidente non sapevo neppure che esistesse, ma questa è una mia ignoranza. Dopo mia figlia mi ha fatto senteri una sua canzone.
    Beh, io credo che suo marito, visto che la signora necessita di un tutore, debba dare un colpo di telefono al nostro presidente, Napolitano, che rappresenta l’Italia e tutti gli italiani, per almeno un balbettante accenno di scuse. Basterebbe.
    In quanto alla perdita di una simile connazionale, abbiamo perso un paio di gambe ed una voce che fa fatica ad uscire, questa volta però non abbiamo perso un cervello. Bene ha fatto Cossiga a rispondere. Io proporrei di chiedere al marito di non portarsela dietro in caso di visita in Italia.

  7. #7 di vittoriodelfo il 10 novembre, 2008 - 5:10 pm

    Può essere orgogliosa di non essere italiana solo una persona che ignori la storia. e probabilmente carla bruni preferisce prostituire lo spirito nazionalistico italiano al sicuramnete più chic sciovinismo francese.

  8. #8 di omnologos il 10 novembre, 2008 - 5:17 pm

    ci sono speranze per espellere verso la Francia tutti i cittadini italiani macchiatisi di gravi reati?

  9. #9 di Le Favà il 10 novembre, 2008 - 5:50 pm

    Condivido il voler abiurare ciò che ha detto Carla Bruni, in quanto bisogna sempre ricordarsi di dove sono le nostre radici. Si può contestare chi ha detto una frase, poichè non affine al nostro pensiero, ma negare una natalità è decisamente troppo.

    Però non avrei usato Cossiga come difensore del Patriottismo. Oltre a non capire perchè solo Cossiga viene rafforzato con emerito (dal latino ex merito, ndr) visto che tutti i presidenti ancor in vita quale Scalfaro e Ciampi dovrebbero beneficiarvi. Comunque ritornando al discorso.

    Non avrei usato di certo Cossiga, poichè poco tempo fa, scrisse una lettera aperta in cui si consiglia alla polizia di lasciar andare incidenti di piazza e lasciar pur cadere sangue a chi protesta. Che, secondo il pensiero di qui molti, chi ferisce il senso di stato e di appartenenza dovrebbe essere criticato. Quindi, per collegamento, lo stesso equivale per Cossiga. Come ex Capo di Stato, non dovrebbe nemmeno pensarle certe cose. Alzare senza remore un manganello contro i propri concittadini. Ben poco patriottico insomma.

    Per il resto Domenico, a me piace come scrivi, seppure non posso dire sempre di condividere la tua visione delle cose, ma apprezzo il punto pacato che porti. Però davvero, mi riallaccio a chi ha detto di usare il calcio come segno di patriottismo.
    Già ho trovato deprecabile Silvio Berlusconi, quando tempo fa disse, riguardante la crisi nel nostro paese:

    “Sono Presidente del Consiglio di un Paese molto solido, con alto livello di vita e benessere. Possediamo il 72% del catalogo delle opere d’arte e di cultura d’europa, il 50% di quelle mondiali, abbiamo 100mila chiese e case storiche… Siamo il Paese che ha la squadra campione del mondo. Siamo il paese del sorriso e della gioia di vivere…”

    Non mi sembrava davvero il caso di rispondere così. Son cose che hanno un peso, ma ininfluente al contesto a cui si è data risposta.

    Non è la vittoria dell’Italia, nel calcio, a portarmi il pane e un lavoro a casa. Non è la chiesa antica o la casa antica, a darmi la sicurezza di un tetto. Non è il sorriso che mi porta il soldo nel portafoglio. Forse solamente la gioia di vivere. Ma c’è chi di gioire non ne ha proprio la forza.

    Ciao.
    Paolo

  10. #10 di Domenico Malara il 10 novembre, 2008 - 6:17 pm

    Caro Paolo, proprio perché la vicenda era ininfluente (a cominciare dalla battuta di Berlusconi che è stata pompata più del dovuto) ho voluto sdrammatizzare con quel video che, in un certo senso rappresenta l’orgoglio di essere italiani. E poi vedo una certa analogia tra la testata di Zidane e la cazzata sparata da madame Sarkozy.
    Per quanto riguarda Cossiga, condivido quando tu dici che bisogna condannare quello che ha detto contro gli studenti che protestano, ma è anche vero che è stato uno dei pochi che ha risposto per le rime alla signora francese. E lo ha fatto con grande stile.

  11. #11 di clacola65 il 11 novembre, 2008 - 11:42 am

    Siamo veramente orgogliosi che non sei più Italiana, signora Bruni.
    Sei solo una riccona fortunata antipatica e ignorante una zoticona che difende i brigatisti. E comunque (visto che ti brucia) ne tu ne tuo marito mi risultate essere molto francesi!? Sarà mica il destino dellla Francia essere comandati da STRANIERI?

  12. #12 di Gianluca il 11 novembre, 2008 - 10:13 pm

    E’ vero che la battuta di Berlusconi è stata “pompata” più del dovuto, ma è anche vero che quando si è la carica politica più importante del paese si dovrebbe pensare che quello che iene da te detto in pubblico rappresenta in quel momento il pensiero del tuo paese e non solo il tuo personale. E non è la prima volta, è non è l’unico ovviamente. Sul commento di Carla Bruni sono d’accordo con chi in questo blog le ha criticate. Ma anche qui dico che se sei la moglie del presidente di una nazione, devi avere l’intelligenza di pensare bene a quello che dici prima di parlare in pubblico. Entrambi forse sono stati un pò superficiali ed in questo caso non hanno fatto fare una bella figura ai propri paesi.

  13. #13 di homoeuropeus il 19 novembre, 2008 - 5:13 pm

    Scusate ma devo dissentire: se il capo del governo del paese in cui sei nata e cresciuta fa una “figura di merda” internazionale (Ma voi li avete letti i giornali inglesi e francesi il giorno dopo?), e non solo il paese, in quanto tale, non reagisce, ma qualcuno anche viene a dire che la frase “e’ stata pompata”, beh, trovo legittimo che una persona (anche se nata e cresciuta in Italia: ma non a questo deve il suo successo, ne’ i suoi soldi) possa dire che e’ felice di non essere piu’ italiana,. cioe’ di non essere governata da quell’emerito gaffeur internazionale (tanto per usare un eufemismo)
    Io, per quanto mi riguarda (vivo a Londra) sono felice di essere cittadino italiano ed europeo ma sono anche stufo di sentirmi continuamente messo alla berlina da un presidente del consiglio che ormai ha superato ogni limite.
    Per quanto riguarda il filmato, beh, quello mi pare assolutamente appropriato: spero che la prossima volta che Berlsuconi fa una delle sue battute, qualcuno vicino a lui gli tiri una bella testata nella pancia (o anche un calcio nel basso ventre…. Non dimentichiamo che il gesto di Zidane e’ la negazione della sportivita’ ma che Gattuso aveva provocato.
    Ecco, alle provocazioni di Berlusconi mi piacerebbe poter rispondere cosi’, da italiano: e allora anche Carla Bruni, forse, sarebbe orgogliosa della nostra rteazione e del nostro coraggio

  14. #14 di barbara il 2 settembre, 2009 - 9:45 pm

    W l’italia con i suoi onesti cittadini,ma basta sono stufa di berlusconi & compagnia bella.la bruni che se ne stia in francia

  1. C’è chi è morto a Nassirya « L’Impiccione Viaggiatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: