Il mondo va a puttane e Liberazione festeggia riesumando il vecchio e caro Marx

Mentre il mondo è con le palle al culo per una crisi finanziaria senza precedenti, la velina di Rifondazione comunista che ti fa? Esulta riesumando e celebrando il vecchio e caro Marx. Un altro di quelli che predicava bene e razzolava male.

Non posso non citare una pagina del libro di Mario Giordano, “Senti chi parla”. Scrive il direttore de “Il Giornale”:

Il padre del comunismo cantò il proletariato e sposo un’aristocratica. Inseguì il progresso e in casa si comportò da reazionario. Diventò il simbolo dei lavoratori, ma si guardò bene dal lavorare. Era un mantenuto. Ha ragione lo storico Piero Melograni: «Sorge il dubbio che se avesse lavorato, non soltanto avrebbe vissuto un po’ meglio, ma avrebbe conosciuto un po’ meglio anche il mondo del lavoro, nonché la realtà del mondo in generale. E le sue teorie ne avrebbero tratto beneficio».

Una volta, poi, Marx la combinò proprio grossa. Bisogna sapere che, al papà del proletariato, ogni tanto arrivavano doni e prebende dall’aristocratica famiglia della moglie. Un’elargizione di tipo feudale che il rivoluzionario rosso si guardava bene dal rifiutare. Anzi. Un giorno arrivò addirittura una domestica. Proprio così: una domestica alla porta, come un pacco egalo gentilmente fornito dai suoceri, baroni von Westphalen. E lui, l’uomo che ha insegnato al mondo la teoria dell’alienazione, lui, il campione della lotta contro lo sfruttamento, lui, che ha chiamato tutti a liberarsi dall’oppressione dei padroni, che fa? Rimanda a casa la gentile fanciulla? Rifiuta l’osceno regalo? Si ribella alla pratica di sfruttamento feudale? Macché. Si prende in casa la signorina. E per di più, alla prima distrazione della moglie, da buon padrone la mette incinta.

Il fatto dovette mettere vergogna persono a lui. E, infatti, chiese a Engels (che subiva il fascino dell’amico intellettuale) di fingere di essere lui il padre del bambino. L’amico lo fece. Per tutto ringraziamento, poco tempo dopo, quando Engels gli scrisse in lacrime che era morta sua moglie, lui rispose con un freddo biglietto: due righe di condoglianze formali, poi subito le richieste di aiuto economico. Del resto, conclude Pietro Melograno, «le terribili difficoltà in mezzo alle quali Marx si dibatté inducono a chiedersi fno a che punto, invocando la distruzione dell’assetto sociale esistente, egli non mirasse alla distruzione del suo particolare». Interpretazione interessante: ci pensate? Quanti disastri si sarebbero evitati se solo Marx avesse vinto un superpremio alla lotteria…

Leggi anche il post di Peppe Caridi

votami-su-oknotizie

Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di Antonio Aprile il 11 ottobre, 2008 - 12:58 am

    ciao Domenico, a prescindere da ogni considerazione su Liberazione, marx eccetera (ognuno ha le sue idee, sbagliate ma sue… ;-) ), scusa se mi permetto ma vorrei consigliarti di leggere qualcosa di meglio dei libri di Mario Giordano.
    un saluto,
    antonio

  2. #2 di mariano il 11 ottobre, 2008 - 9:09 am

    Salve a tutti. A parte che ognuno si sceglie il suoa lavoro (c’è chi fa il filosofo e chi il carpentiere), penso che se Marx avesse anche svolto altre mansioni, avrebbe avuto poco tempo per elaborare le sue teorie che hanno influenzato così tanto, anche a destra.
    Forse qualcuno si sente un pò…diciamo così…bruciare il culetto dal fatto che, nel 1800, questa personcina aveva previsto tutte queste crisi croniche e cicliche del capitalismo globalizzato?? Me sa de si……
    Meditate, gente….meditate…..

  3. #3 di Mistya il 11 ottobre, 2008 - 9:12 am

    Si, stavolta ha ragione Antonio :D

  4. #4 di Isabella il 11 ottobre, 2008 - 2:58 pm

    Documentarsi su Karl Marx da uno scritto di Mario Giordano è come prendere informazioni su Gabriele D’Annunzio intervistando Sandro Curzi.
    Potevi almeno citare la Treccani, o anche Wikipedia che magari è più accessibile.
    Questo, “di diritto”.
    In fatto, invece, mi pare un intervento un po’ “sforzato”: capisco se Liberazione avesse parlato in prima pagina, che so, della versione remixata di “Bella ciao” da ballare in discoteca. Nell’articolo, però, della crisi finanziaria si parla eccome! Liberazione è un giornale di un certo orientamento politico, e non trovo nulla di male nel parlare di uno dei più grandi pensatori di sinistra di tutti i tempi. Anche qui, è come se me la prendessi se “Libero” parlasse della riforma dell’istruzione in relazione a Giovanni Gentile.
    Dico io, chi se ne frega!

  5. #5 di Marco il 11 ottobre, 2008 - 7:43 pm

    Criticare la ‘velina di Rifondazione’ citando l’articolo di un’altra velina come Giordano è davvero ridicolo. Molto strano che tu abbia una frase di Montanelli sotto il titolo del blog e poi leggi Mario Giordano. Montanelli era un giornalista libero, Giordano nella sua carriera è riuscito a regalarci un programma squallido come Lucignolo e diventare l’Emilio Fede di Italia Uno e poi de Il Giornale. Al prossimo post cosa ci regalerai, Domenico? Una citazione del libro di Bondi?

  6. #6 di Omar Minniti il 14 ottobre, 2008 - 12:03 pm

    Io riesumerei non solo Marx, ma anche Engels, Lenin, Che Guevara e via dicendo…. :)

  7. #7 di Principe il 19 ottobre, 2008 - 2:39 pm

    .. passando per Gramsci, naturalmente..
    Se Marx aveva ragione, perchè non dirlo? Visto che nessuno lo fa, almeno Liberazione..

  8. #8 di Romano Borrelli il 21 dicembre, 2008 - 11:17 pm

    I tedeschi hanno riconosciuto l’attualità di Marx, la chiesa ha riconosciuto l’attualità di Marx, il fallimento del capitalismo riconosce l’attualità e necessità di un Mondo Migliore.

  9. #9 di Angela il 23 dicembre, 2008 - 11:52 am

    Non c’e’ piu’ sordo di chi non vuol capire e piu’ cieco di chi non vuol vedere……..Domenico ,ha solo preso spunto da Giordano, per far capire che tra il dire e il fare c’e’ di mezzo il mare, tra il predicare e il razzolare c’e’ di mezzo il prete che poi e’ un uomo come tutti ,con pregi, difetti , istinti e peccati , tra la demagogia di Marx e liberazione c’e’ il modus vivendi di tutta sta gente che parla parla parla e poi nei fatti fa peggio di chi critica e demonizza, anche Marx nel suo piccolo orticello aveva chi lo zappava ,chi raccoglieva e chi nascondeva i frutti marci. Non c’e’ cosa più triste nel sentire gente che ha il potere mediatico come , uno su tutti ,Celentano Adriano il predicatore ,che poi vive un una megavilla lussuosa con tanto di parco, di sala d’incisione etc ,con conseguente spreco di acqua , luce ……..moralizzare su tutto e tutti………..o la Alba coscialunga della sinistra parlare di parita’ dei sessi quando si presenta tutta rifatta da capo a pie’ e si pente di non aver accettato dal cavaliere un contratto miliardario………..questa e’ gente che non ha vergogna di vivere da capitalista sventolando la bandiera rossa , tra una festa al billioneir ,una vacanza a Saint-tropez, da un albergo da mille e una notte all’altro mentre fa da madrina-padrino alla causa umanitaria di questo o quell’altro con un cachet o un ritorno pubblicitario non indifferente.Ragazzi svegliatevi questi ci stanno a piglia’ per il kiul…….dell’operaio che lavora all’anas sventolando la bandiera arancione sull’asfalto bollente o sotto il gelo pungente non gliene frega nulla,il mondo ormai va da sè ma non da oggi o da ieri, ma da sempre………se volete fare i bravi cattolici o i ligi perbenisti . o i fautori del semo tutti fratelli tutti uguali peace and love, cominciate da casa vostra , non abbandonate il nonno o il babbo all’ospizio appena non vi serve piu’,non lasciate i figli davanti al televisore perche’ dovete andare a farvi l’ultima colata alle unghie che fa tanto chic,non vi comprate il suv che fa tanto fico e non avete poi i soldi per arrivare a fine mese, non tradite la moglie o il marito perche’ tanto lo fanno tutti,non giocatevi tutta la tredicesima alle scommesse, non parlate solo di calcio, non siate razzisti col collega meridionale salvo poi partecipare alla sfilata in favore dell’integrazione scolastica e dunque togliamo il crocefisso che disturba i mussulmani, siate onesti nel vostro lavoro sempre qualunque esso sia ,non svendetevi per avere una promozione ,non fatevi raccomandare ne’ raccomandate altri, tenete pulita la vostra città non buttate tutto per terra tanto e’ sporco, non parcheggiate dove capita,mettetevi il casco in motorino,non bevete prima di mettervi al volante,rispettate le file agli sportelli non fate i furbi, non imbrattate i muri , dedicatevi un po’ all’arte vera piuttosto , non disturbate i vicini a tutte le ore con rumori molesti ………………e quante ne avrei da dire, quante…………..in una parola siate civili e rispettosi ,rispolverate la coscienza ritrovate il senso di colpa,il pudore e la dignita’…………dopo aver fatto tutto questo lavoro allora possiamo riparlare di solidarieta’ uguaglianza giustizia e liberta’………..ma fino ad allora mi spiace ma viviamo su due pianeti diversi , su due binari paralleli e non ci incontreremo mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: