Lo sciopero della gnocca

Continua a fare discutere il ddl Carfagna anti-prostituzione recentemente approvato dal Consiglio dei ministri, secondo cui sarà vietato prostituirsi nei parchi, nelle strade, nelle campagna e in ogni altro luogo pubblico. Le sanzioni previste sono l’arresto da cinque a quindici giorni e un’ammenda da 200 a 3 mila euro. Sanzioni che si applicheranno sia a chi vende il proprio corpo sia a chi si avvale del sesso a pagamento.

Insomma, si annunciano tempi duri per lucciole e viados. A Roma le prime manifestazioni di protesta (sostenute dai soliti “radicali liberi”) al grido: «Tremate, tremate! Le seghe son tornate». Proclama che ha “seminato”, mai come in questo caso, preoccupazione anche tra i clienti, costretti a tornare ai vecchi metodi tradizionali. (do.mal.)

votami-su-oknotizie

Advertisements

, , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: