Camorra da premio Oscar

“Gomorra” una marketta la merita proprio. Il film di Matteo Garrone, magistralmente interpretato da Toni Servillo, è stato designato dall’Anica per rappresentare l’Italia agli Oscar quale miglior film in lingua straniera. Le nomination saranno rese note dall’Academy of motion picture arts and sciences il 22 gennaio 2009, mentre la premiazione degli 81. Academy Awards di Los Angeles si svolgerà domenica 22 febbraio 2009.

Per una volta mi voglio trasformare nel Vincenzo Mollica di turno e dire che l’opera, perché di questo si tratta, merita di vincere la prestigiosa statuetta. Grazie soprattutto a Roberto Saviano, autore del libro-inchiesta che ha saputo raccontare in modo lucido e dirompente il fenomeno della camorra, togliendolo da una dimensione circoscritta e folkloristica, come finora veniva descritto. Il resto l’ha fatto Garrone, che ha saputo interpretare al meglio le torbide e cupe atmosfere del libro, traducendole in un eccellente linguaggio cinematografico. (do.mal.)

votami-su-oknotizie

Advertisements

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di mariov il 25 settembre, 2008 - 1:55 pm

    Ciao Domenico,
    l’argomento è abbastanza interessante. Forse non tutti conoscono le mie origini partenopee, amo Napoli quasi quanto Reggio Calabria. Arrivo al dunque. Come accade spesso, anche nel cinema riusciamo a dare una buona immagine dell’Italia al Mondo: dopo le montagne di spazzatura in mezzo alle strade, ecco un’altra “perla” che racconta Napoli. Il film Gomorra è una CACATA PAZZESCA (stile Fantozzi nella corazzata Potionkin), nonostante racconti una verità che conosciamo tutti e che va combattuta con determinazione anche con le armi della giustizia. Sono stufo di dover essere rappresentato al Cinema, in questo caso agli oscar, da questi maledetti film di mafia. Ma come si fa a mandare questi film alla selezione per gli Oscar. E’ proprio vero il cinema italiano è in grossa crisi.
    W “Mediterraneo”, W “nuovo cinema Paradiso”, W “la vita è bella”, W “la leggenda del pianista sull’oceano” (anche se non ha vinto l’oscar).

    PS: so già che sarà ampiamente frainteso, quindi non replicherò a questo post

  2. #2 di claudiocordova il 25 settembre, 2008 - 3:18 pm

    Sono un appassionato di cinema e di criminalità.
    Non ho visto Gomorra: sono troppo ignorante sulla camorra, ma, quando riuscirò a documentarmi in maniera decente (almeno al pari di quanto so di cosa nostra e ‘ndrangheta) lo vedrò certamente.
    Io credo che, se un film è bello merita di fare da portabandiera della Nazione nel mondo, anche se parla di criminalità organizzata: credo che parlare di queste tematiche, anche attraverso i film, sia un buon modo di fare informazione su questo tipo di aspetti, che, volenti o nolenti, fanno parte della cultura italica.

    P.S. Spero di non aver frainteso il contenuto del commento di mariov.

  3. #3 di Antonino Monteleone il 25 settembre, 2008 - 4:06 pm

    Prova a spiegarlo anche a Saviano che con la camorra basta saperci convivere!
    E poi magari combattiamola con “nuovo cinema paradiso” (film tra i miei preferiti).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: