Home > Cronaca, Informazione, Italia, Politica, Satira, Televisione > Sansonetti vs Sant’Oro: Bondi e Michele uguali sono

Sansonetti vs Sant’Oro: Bondi e Michele uguali sono

sansonetti_santoroÈ proprio un brutto periodo per Michele Sant’Oro da Annozero. Dopo l’imitazione di Joe Violanti, che ha di fatto scatenato le ire del giornalista rosicone con tanto di diffida nei confronti di Rds, adesso ci si mette anche il compagno Piero Sansonetti. Secondo il direttore di Liberazione in quanto a censura Sant’Oro non avrebbe niente da invidiare a Sandro Bondi che appena qualche ora prima aveva sbottato contro Glob di Enrico Bertolino. Il primo che scrive al presidente della Rai Claudio Petruccioli, il secondo che fa scrivere dagli avvocati. Insomma Bondi e Sant’Oro per Sansonetti uguali sono.

«La gestione del dissenso - scrive Sansonetti - sembra la stessa, destra e sinistra si specchiano nella loro permalosa identità di vedute, nelle ipocrisie, nelle tentazioni liberticide. Ai Cesaroni direbbero… che amarezza»

Sansonetti parla di un vero e proprio «scivolone» santoriano e, udite udite, tira in ballo anche il condannato Marco Travaglio:

«Dai, in questo caso non c’è molto dubbio, è abbastanza clamoroso. Bondi lo sappiamo che manca di spirito. Ma uno come Michele, che si batte per la massima libertà e ora vuole impedire ad altri di scherzare, è incomprensibile. Oltretutto Joe Violanti mi pare spiritosissimo. Interferisce col suo lavoro? Perché il corsivaccio di Travaglio non crea problemi ad altra gente? Eppure, giustamente, va».

A proposito di Travaglio. Chissà se al superinformato professorino sò-tutto-io-voi-altri-siete-degli-ignoranti-leggetevi-le-carte-e-i-documenti hanno fatto avere la lettera di diffida presentata a Rds dall’avvocato Felice d’Alfonso del Sordo, difensore di Sant’Oro, visto che lo stesso diffidava che la missiva potesse esistere («voglio prima vedere la lettera, altrimenti non ci credo. Perchè non la pubblicano?», Travaglio dixit).

Come ha giustamente osservato Marco Caruso sul suo blog, al Marchino nazionale evidentemente nessuno gli ha ancora passato quella carta su cui ben poteva imbastire uno dei suoi ormai rinomati “Passaparola”. E figuriamoci se lui ha la voglia di muovere un dito per verificare una notizia: o gliele portano già pronte, oppure… l’ha riportata il Giornale, sarà il solito tam tam destroide calunnioso.

Bene, se ancora Travaglio diffida… della diffida, può andare tranquillamente a “sfruculiare” sul sito di Annozero dove troverà il testo integrale dell’atto redatto avvocato Felice d’Alfonso del Sordo. E inizi pure a preparare la cenere da cospargersi sul capo. (do.mal.)

votami-su-oknotizie

About these ads
  1. 14 novembre, 2008 alle 9:47 am | #1

    Non poteva mancare il tuo scontato commento alla vicenda, Domenico. Come al solito l’obiettività e un pò di buon senso non sono di casa in questo blog. C’è solo posto per polemiche sterili e infantili. Una ragazza nei commenti al post precedente ti ha scritto la verità, il giusto commento alla vicenda, ma tu hai risposto come tuo solito, cioè con astio e antipatia. Fare scherzi telefonici a nome dell’imitato non è satira. Non c’è bisogno di una regola scritta per affermarlo. Basta un pò di onestà intellettuale. Altrimenti era satira anche quella di Mammuccari quando conduceva Libero. Santoro e i suoi tecnici per preparare Anno Zero contattano i politici per gli inviti e se Joe Violante si spaccia per loro ogni giorno, gli originali vengono creduti dei falsi creando così una ambiguità che ha finito per infastidire Santoro e il suo team. Tirare in ballo la vignetta su Brunetta mi sembra proprio fuori luogo. Tu non vuoi ragionare, vuoi soltanto avere ragione a tutti i costi. La vignetta di Brunetta era esagerata, così come ritengo esagerata ma condivisibile la lettera di diffida di Santoro. Ma da qui a accusarlo di incoerenza. di essere un censore o altro è da disonesti.

  2. 14 novembre, 2008 alle 12:44 pm | #2

    Caro Marco, per fortuna almeno nel mio blog posso permettermi di esprimere le mie opinioni, obiettive o meno che siano. Così come concedo tranquillamente agli altri di contestarle ed esprimere le loro. Mi sembra, dunque, che buon senso ce n’è sia, eccome.
    Così come non mi sembra che abbia risposto con astio e antipatia ad alcun commento, ho solo ribadito il mio punto di vista.
    Sostieni poi che io non voglio ragionare, ma soltanto avere ragione a tutti i costi. Se fosse davvero come tu dici, non avrei consentito i commenti. Invece, ribadisco ancora una volta, chiunque può criticare, esprimere le proprie idee, valutazioni e punti di vista, che non per forza devono essere uguali ai miei.
    Addirittura mi dai anche del disonesto. E poi sarei io a rispondere ai commenti con astio e antipatia. Noto con piacere che il Santoro-pensiero ha fatto scuola!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: